L’Uomo ragno

Uomo Ragnodi Maurizio Rebuzzini

Uomo Ragno

L’avventura Un bambino aspetta, pubblicata in L’Uomo Ragno Classic - Speciale 10, inizia con Peter Parker (l’Uomo ragno) che fotografa durante un party mondano: con apprezzata riflessione fotografica

Supereroe della scuderia Marvel Comics, una delle major dell’editoria a fumetti, l’Uomo ragno, in originale Spider-Man, è stato creato da Stan Lee, indiscutibilmente il più fertile sceneggiatore di storie a fumetti, che ha inventato personaggi di natura complessa e con personalità sfaccettate, che hanno fatto la fortuna della stessa casa editrice, che anche grazie a lui è diventata una grande azienda multimediale. Nella vita di tutti i giorni, quando non è chiamato a risolvere intricate questioni, che a volte presuppongono anche di salvare il mondo, l’Uomo ragno è il cittadino Peter Parker, di professione fotografo.
In una avventura introdotta dallo svolgimento quotidiano della vita di Peter Parker, la fotografia è ben presente, e si ritaglia un proprio ruolo. Pubblicato nell’albo L’Uomo Ragno Classic – Speciale 10, del maggio 1997, l’episodio Un bambino aspetta prende proprio avvio con Peter Parker fotografo a un ricevimento. Tutto inizia su un terrazzo, dove gli invitati chiacchierano tra loro. E qui, una considerazione etica, che attraversa tutta la cronaca rosa nel proprio complesso, e non soltanto questa. I pensieri di Peter Parker – fotocronista: «Non sono fatto per questo tipo di lavoro / Ogni volta che scatto una foto[grafia]…». Eccoci qui: «… Penso a come mi sentirei io se un qualche buffone mi fotografasse». PerchĂ©: «Tengo troppo alla mia privacy» [qui accanto]. Da cui «Non mi piace disturbare quella degli altri. / E invece lo faccio».
…Continua su FOTOgraphia 186 novembre 2012

Comments are closed.

www.maurizioREBUZZINI.it
Attore della settimana
Accadde nel mese
Fumetto commentato
”Fumetti